…Un po’ di me…

Non ho chiesto io di venire al mondo, non ho chiesto io di nascere con una malformazione estetica che mi avrebbe portato a fare delle scelte impensabili,quasi volessi sfidare questo Dio che si è permesso di recare un danno alla mia persona.Eppure eccomi qui. Con una rabbia nel cuore che non passerà mai…Forse, “fotografando” su di un foglio bianco i miei pensieri e cercando di trasferire su di esso il mio dolore…forse e dico forse, potrei affrontare con serenità gli anni a venire.Sono la personificazione dei miei errori e delle mie scelte che, se pur sbagliate, mi hanno fatto arrivare fino a qui.Sono nata nel luglio del 1967, a Milano. Subito i medici diagnosticarono il “Labbro Lepprino e la Palato Schisi”.Posso solo immaginare il dolore di una mamma, la mia, di aver messo al mondo una figlia con questo difetto visibile a tutti.Un dolore che ancora oggi non è stato superato, perché il senso di colpa logora l’anima. Questo senso di colpa che è stato il perno del nostro rapporto fino ad oggi.Non sono stati sufficienti tutti gli interventi subiti, i sacrifici, per arrivare ad essere la donna che sono. Il dolore, la sofferenza che ho subito da bambina non la dimenticherò mai. E si perché, i bambini sanno essere cattivi nella loro ingenuità. Vi sto’ parlando di 50 anni fa dove ancora non esistevano i cellulari, e dove il massimo del divertimento era il “gioco della bottiglia”…Già..ho odiato questo gioco con tutto il cuore…d’altra parte chi avrebbe mai voluto baciare una ragazzina conciata come ero io…Pianti disperati e lacrime amare versate ogni istante della mia gioventù…Fino a quando scoprì di essere diventata “Donna”. Ho imparato, anzi, ho capito che la bellezza è un dato puramente oggettivo. Ma che soprattutto, una bella donna,.senza la sensualità, la femminilità, la classe vale zero.È come se, quel Dio che ho tanto odiato, mi avesse donato la “chiave” per arrivare agli uomini…Essere sicura di me stessa cosi tanto da non fare vedere i difetti estetici, e che al contrario, iniziavo a piacere pure io.Mi avvicinai piano piano al mondo del make-up. Ho cercato di imparare ad utilizzare al meglio i prodotti per camuffare il più possibile la mia cicatrice rimasta..E credetemi ..MI PIACCIO, e non mi pongo neppure più il problema se possa piacere o meno ad un uomo. Amatevi, donne, per quello che siete e per come siete. Migliorate sempre nella vita, e se potete utilizzate tutti i mezzi a disposizione…Ma la cosa più importante è che il cambiamento deve iniziare da dentro.Non c’è chirurgia estetica che vi possa dare la SICUREZZA ritrovata.Per questo ho deciso di fare dei social uno strumento per arrivare dove da sole non riusciremo mai, e spero, che questo messaggio sia da “monito” per tutti…Un abbraccio.Annalisa

2 risposte a "…Un po’ di me…"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...